Di qualunque cosa siano fatte le nostre anime

Di qualunque cosa siano fatte le nostre anime

“Se fossi in paradiso, Nelly, sarei estremamente infelice”

“Perché non siete degna di andarci” risposi io. “Tutti i peccatori sarebbero infelici in paradiso”
“Ma non è per quella ragione. Una volta sognai d’esserci […]. Volevo solo dire che non mi sembrava che il cielo fosse casa mia; e mi spezzavo il cuore dal piangere per tornare sulla terra, tanto che gli angeli finiron con l’andare in collera e mi scagliarono fuori proprio nel mezzo della brughiera in cima a Wutering Heights, dove mi svegliai singhiozzando dalla gioia. Io non ho più ragione di sposare Edgar Linton di quanta non ne avessi d’essere in paradiso; e, se quel malvagio che è li dentro non avesse ridotto Heathcliff a tanta bassezza, non ci avrei pensato. Mi degraderebbe ora sposare Heathcliff; così non saprà mai quanto lo amo, e non perché sia bello, Nelly, ma perché lui è me più di me stessa. Di qualunque cosa siano fatte le nostre anime, la sua e la mia sono le stesse.

“Di qualunque cosa siano fatte le nostre anime”, una citazione estratta dal famosissimo libro “Cime Tempestose” di Emily Bronte.

Di qualunque cosa siano fatte le nostre anime