Ti ho e non ti ho. Mario Benedetti.

Ti ho e non ti ho.

Perché ti ho e non ti ho
perché ti penso
perché la notte è qui ad occhi aperti
perché la notte passa e dico amore
perché sei qui a riprendere la tua immagine
e tu sei meglio di tutte le tue immagini
perché sei bella dai piedi fino all’anima
perché sei buona dall’anima fino a me
perché dolce ti nascondi nell’orgoglio
piccola e dolce
cuore corazza
perché sei mia
perché non sei mia
perché ti guardo e muoio
e peggio ancora muoio
se non ti guardo amore
se non ti guardo
perché tu esisti sempre ovunque
ma esisti meglio dove io ti voglio
e la tua bocca è sangue
e senti freddo
io devo amarti amore
ti devo amare
anche se la ferita fa male per due
anche se ti cerco e non ti trovo
e anche se
la notte passa e io ti ho
e non ti ho.

—  Ti ho e non ti ho, Mario Benedetti, Cuore corazza

Puoi leggere anche:

  1. Qui nel mare ho visto me stesso. Alessandro Baricco.
  2. La gloria più grande non sta nel non cadere mai.
  3. Bisogna saper litigare e saper avere idee diverse.
Ti ho e non ti ho
Photo: Heidi Sandstrom