Sono stata a pezzi quando meno me lo meritavo.

Sono stata a pezzi quando meno me lo meritavo

 

Ero una di quelle che lasciava perdere,

 

quella che non si arrabbiava mai, che lasciava ogni sbaglio da parte e continuava a farsi male.

Vivevo male con me stessa perché pensavo che il mio comportamento fosse sbagliato,

accettavo ogni suo errore per non perderlo,

facevo in modo di andargli bene così come ero, cambiando i miei particolari.

Pensavo che: “se gli dico che mi va bene così allora non se ne va”, “allora se faccio questo mi abbraccia di più”, continuando a sbagliare.

Lasciavo che ogni cosa, ogni parola, fosse pesata in modo giusto, mai troppo affrettata. E mi vedevo non abbastanza per nessuno, nemmeno per me.

Ero una di quelle che per farsi accettare dalle persone cambiava e modificava il suo comportamento,

però c’era sempre qualcosa di sbagliato, non era giusto per me, non dovevo cambiare per altre persone e mi addossavo le colpe.

Non sarei mai andata avanti, non in questo modo assurdo continuando a ferirmi, a scacciare i mostri dentro di me e coprendo ogni ferita.

Mi faceva sentire sbagliata, la colpa era mia.

Avevo il terrore di essere calpestata dalle persone se solo avessi detto “forse sbagliate voi“, e allora mi ritiravo, mi nascondevo e facevo vedere la parte di me che più non mi piaceva, quella sempre taciturna e cinica.

Perdevo sempre qualcuno, poi decisi di cambiare e piansi tante di quelle lacrime da non dormirci la notte.

Sono stata a pezzi quando meno me lo meritavo e mi sono rialzata da sola.

Alice Giaquinta, Sono stata a pezzi quando meno me lo meritavo, citazione estratta dalla pagina Facebook Il mare mi ha fregato.

 

Leggi anche:

  1. Le cose che ho imparato nella vita
  2. Tu sei la sola regola
  3. Un giorno mi piacerebbe dirti che
  4. Io mi scuso, sono andata via
Sono stata a pezzi quando meno me lo meritavo
Photo: Mohamed​ Nohassi